Antichi sapori del mare è la tua pescheria di fiducia ad Acireale.  Ci piace sorprendervi ogni giorno con dei piccoli consigli culinari. Oggi vogliamo proporvi una ricetta semplice, pratica e buona la Pasta con le vongole.

Ecco le domande che i nostri clienti ci fanno più spesso:

Quali vongole?

L’ideale sarebbero le vongole veraci.

Quante vongole servono?

Noi vi consigliamo di calcolare circa 250 grammi a testa di vongole, per condire più o meno un chilo di pasta, in maniera da ottenere una porzione di 80/100 grammi di pasta a persona ben condita.

Come pulirle?

Per essere sicuri di averle ripulite per bene dalla sabbia (anche pochi granelli rovinerebbero tutto il lavoro rendendo immangiabile il piatto) mettete le vongole in acqua salata (la quantità giusta di sale è 18-20 g per litro d’acqua) tenetele in ammollo per un paio d’ore. Ricordate che per questa operazione è necessario un recipiente abbastanza grande in modo da non essere ammassate tra loro e facilitare l’apertura rigettando fuori la sabbia ed eventuali altre impurità.

Una volta sicuri che abbiano spurgato per bene sciacquatele sotto l’acqua corrente strofinandole tra le mani con del sale grosso (questo vi aiuterà ad eliminare le valve) a questo punto possiamo dirigerci ai fornelli.

Prendete una casseruola bassa e larga, mettete 4-5 cucchiai di olio extravergine d’oliva, due spicchi d’aglio schiacciati e un pezzetto di peperoncino fresco. Fate rosolare lentamente fino a far dorare l’aglio, a questo punto aggiungete le vongole. Cuocetele a fuoco lento col coperchio per un paio di minuti di tanto in tanto aggiungete qualche mestolino di acqua per allungare il brodo. Se volete renderle più sfiziose vi consigliamo di aggiungere qualche pomodorino di pachino tagliato a metà, questo piccolo trucco vi permetterà di aggiungere quel pizzico di sapidità e di colore in più al vostro piatto.

Nel frattempo cuociamo gli spaghetti. Quali? Noi vi consigliamo le nostre linguine di semola di grano duro bio firmati Minardo. Questo perché sono leggermente più spessi degli spaghetti, ma meno degli spaghettoni. Per questa ricetta serve un formato di pasta che rilasci un po’ di amido (ma non troppo ovviamente).

Scolate gli spaghetti al dente e completate la cottura con l’intingolo delle vongole. Con questa tecnica avremo degli spaghetti cremosi.

Gli spaghetti alle vongole non avranno più segreti.

 

Buon Appetito!

 

Se desideri ricevere mensilmente le nostre ricette e promozioni iscriviti alla nostra newsletter

11 + 10 =